Cosa mette a disposizione FAB

Spazi e attrezzature

FAB è un luogo in cui le persone diventano protagoniste con le proprie storie e idee. Abbiamo rovesciato l’approccio top down della progettazione creando un luogo con un appeal che attrae diverse tipologie di persone e rende l’idea di uno spazio in continuo divenire, con un alto grado di flessibilità e elasticità, capace di accogliere il continuo mutamento e succedersi di necessità e idee alle quali lo spazio dovrà nel tempo rispondere. La percezione dei membri viene stimolata visivamente attraverso la creatività. Sono ambienti dilavoro nuovi, che non danno un’impressione netta di ufficio, ma vogliono incentivare reazioni inaspettate e di sorpresa. Lo spazio diventa quindi un luogo di contrasti e confronti dove si fondono aree di lavoro, di collaborazione, di relax e d’ispirazione. Il progetto è stato sviluppato pensando all’ intero ciclo di vita dei materiali privilegiando quelli prodotti localmente, quelli artigianali e quelli di riuso.
FAB vuole esprimere la sua filosofia di fondo partendo proprio dalla creazione di un contenitore che favorisca una contaminazione continua di pensiero, ottimismo, professionalità, attraverso la collaborazione di architetti e designer (Andrea Paoletti…link???) della rete internazionale HUB:
– uno spazio flessibile (facile da modificare sulla base delle necessità);
– uno spazio modulare (da ampliare sulla base delle occasioni e dei diversi setting operativi);
– uno spazio sostenibile (da arredare secondo il concetto di recupero, riuso e riutilizzo);
– uno spazio comodo e attento alle vere esigenze delle persone da ospitare (capace di accogliere creatività, fantasia, sviluppo);
– uno spazio dove si lavora assieme e si fa rete dei saperi e delle emozioni.
Concretamente verranno messe a disposizione postazioni di lavoro personalizzate in cui le persone potranno lavorare, condurre riunioni, meeting, attivare momenti di coworking

Lo spazio a disposizione, posto appunto in una palazzina nel centro storico di Pordenone, a ridosso del corso principale, consta di una buona posizione in ordine ai collegamenti con i mezzi di trasporto, ovvero vicino alla stazione dei treni e delle corriere , vicino a tutta una serie di servizi e in una …

Quanto invece allo spazio fisico nel quale allestire l’incubatore, la pianta della mansarda è di circa 90 mq, posta al terzo ed ultimo piano dell’immobile, con la possibiltà di contare al primo piano di una sala già predisposta e solo da “integrare” per la realizzazione di incontroi, eventi e momenti di scambio.

The Village Academy: crescere assieme al proprio progetto

I partecipanti avranno l’opportunità di acccedere alla THE VILLAGE ACADEMY. Si tratta di una fase di formazione intensiva e supporto durante la quale potranno mettere a punto una strategia comunicativa del loro progetto, chiarire le variabili sociali e organizzative che servono a portarlo avanti e acquisire una serie di strumenti tecnici e relazionali per aumentare la propria efficacia e competenza. All’interno dell’Academy, il modello di riferimento che verrà adottato è quello di The Village, il social game per lo sviluppo delle competenze sociali messo a punto da DOF e Itaca, che consente di lavorare in modo innovativo sull’integrazione tra sviluppo imprenditoriale ed empowerment individuale.

Tutti i candidati che hanno passato la prima selezione potranno vivere l’esperienza dell’intero percorso in Academy ed essere seguiti da un team di facilitatori esperti che li supporteranno nella messa a punto del loro piano di azione personale. Durante questa fase i partecipanti potranno inoltre creare un video di presentazione per raccontare e valorizzare al massimo la loro idea imprenditoriale.

Videoportale FAB: un’opportunità per far conoscere la propria idea imprenditoriale

Una buona idea imprenditoriale deve trovare anche delle modalità comunicative in grado di valorizzarla e farla comprendere agli interlocutori più importanti. Per questo, ai partecipanti che saranno entrati nella Village Academy di FAB, verrà data l’opportunità di mettere a punto un video di presentazione della loro idea di business. Nel processo creativo verranno supportati dal team tecnico e consulenziale FAB che li aiuterà a sviluppare una presentazione attraverso il metodo dell’Emotional Talk. Una volta completato, il video verrà pubblicato sul videoportale dedicato FAB, e rimarrà patrimonio personale del partecipante, utilizzabile in futuro per promuovere il suo progetto in altri progetti.

Le figure di facilitazione

Al momento dell’ingresso in Academy, a ogni candidato verranno associate delle figure di facilitazione che hanno lo scopo di supportarlo affinché possa trarre il massimo dall’esperienza all’interno di Fab. Le figure di riferimento saranno le seguenti:

– Un TUTOR DI PROGETTO che sia il suo punto di riferimento in tema di gestione operativa, organizzazione e comunicazione all’interno dell’incubatore.
– Un COACH che mantenendo la continuità con il percorso della Academy erogherà sessioni di supporto individuale o di gruppo per mantenere alto il livello di energia, consapevolezza ed efficacia in ogni fase del processo.
– Un COORDINATORE che si porrà come anello di congiunzione e mediazione fra l’interno e l’esterno dell’incubatore e che interviene nelle varie fasi.
Verrà inoltre attivato un processo di ricerca di
Un MENTOR che ha una competenza e un’esperienza specifica legata al settore di riferimento dell’idea imprenditoriale e sarà in grado di affiancare il gruppo di lavoro rispetto alle specificità del prodotto/servizio in fase di sviluppo.

Sviluppo progetti

Reti di relazioni

Eventuale vitto e alloggio

Grazie ai partner coinvolti nel progetto, alle persone che provengono da fuori città e /o da altre parti d’Italia Itaca verrà garantito un supporto per il vitto e l’alloggio.